Soffi di sale

mercoledì 9 maggio 2007

Limoni sotto sale






I limoni sotto sale sono un ingrediente tipico della cucina marocchina e vengono usati per insaporire tajine e zuppe. Al di la`di questo particolare tipo di cucina etnica i limoni cosi` trattati si possono usare in ogni ricetta salata che preveda l’uso della scorza, il sale ne conserva infatti intatto l’aroma. Esistono varie ricette per eseguirli, questa versione e` piuttosto veloce e consente di avere delle fette di limone pronte all’uso. Unica raccomandazione: i limoni devono essere di origine biologica.
Invece per impressioni live su Saltexpò sbirciate il racconto di Michela streghina.

limoni biologici 3
sale fino 400 g

Lavate e asciugate accuratamente i limoni. Con l’aiuto di un coltello affilato tagliateli a fettine molto sottili. Poneteli quindi in un vaso alternadoli a strati di sale e premendo bene con un un cucchiaio. Conservateli in un luogo fresco.






domenica 6 maggio 2007

Salt expò: conclusione









Rush finale oggi a Salt expo: alle 10.30 confronto sul sale che vedrà protagonisti Pierre Laszlo, chimico famoso per le sue opere divulgative tra cui "Storia del sale. Miti, cammini e saperi", Mark Kurlansky, giornalista e autore di "Sale. Una biografia" , e Jeffrey Steingarten, critico culinario che cura una rubrica per l’edizione americana di Vogue. Moderatore Antonio Gnoli de La Repubblica.


Alle 16.30 sempre Pierre Laszlo con Paola Mieli, presidente della società freudiano-lacaniana Après Coup di New York e Paolo Fabbri, docente di semiotica dell’arte presso l’Università di Venezia affronteranno il tema "Sale e non Sale oggi:
Il senso dei proverbi del sale in varie lingue e culture, il sale nella superstizione e nella psicanalisi."






Proseguono i lavori anche sul Palcoscenico Salato: apre alle 10.30 Carmelo Chiramonte, Executive Chef di Salt expo; seguito da José Gómez, Joselito, che racconterà come realizza la produzione dei prosciutti Pata Negra, famosi per la loro qualità. Alle 15.00 Moreno cedroni, ideatore del primo salumificio ittico al mondo. Grazie a tecniche raffinate, materie prima sceltissime e soprattutto al sale, Moreno cedroni crea nella sua Officina gli ormai celeberrimi salumi di pesce.
L'ultimo atto spetta ad un altro grandissimo chef napoletano Antonio Tubelli, che ha nobilitato il concetto di cibo di strada, nel ristorante "Timpani e tempura" di cui è il patron.



Intanto continuano i Laboratori di città della scienza e i Salty labs del Gambero rosso.
Stasera l'evento si conclude con l'esibizione alle 21.00 del Gruppo elettrogeno e alle 22.00 della Baracca dei buffoni.

sabato 5 maggio 2007

Salt expò: sale e storia





L'importanza che rivestiva il sale per il sostentamento degli esseri umani, in particolare nella conservazione degli alimenti, e del bestiame è nota. Tuttavia i nostri predecessori impiegavano il sale anche per usi più elaborati: per esempio era iscritto alla farmacopea nell'antica Grecia e veniva prescritto come espettorante, emetico, e contro le infiammazioni delle vie respiratorie come spiega Massimo Ciavolella, detentore della cattedra di letteratura e cultura italiana dell’Università della California. In ambito filosofico rispecchiavano con attribuzioni simboliche il valore che rivestiva per loro questa derrata. Remo Bodei, docente di storia della Filosofia all’Università di Pisa individua il significato conferito al sale che ne mette in luce l'essenza; il sale che condisce il cibo "rappresenta simbolicamente ciò che dà sapore all’esperienza e acutezza alla mente".
"Il Sale nell’antichità" è questo il titolo della conferenza che avrà luogo oggi a Salt expò per divulgare anche questi aspetti grazie alla presenza di Massimo Ciavolella, Remo Bodei e Gabriella Giglioni, docente di scienze storiche e del mondo antico presso l' Università di Pisa.

venerdì 4 maggio 2007

Salt expò : il Palcoscenico salato





Insieme presenteremo il modo d’intendere degli chef tutti gli usi del sale e la profondità e l'intima delle materie prime sapide. Ognuno di loro realizzerà le proprie ricette dal vivo raccontandole, citando aneddoti e curiosità celate in ogni pietanza. Sarà una festa del genio culinario intorno al mondo del sale.


Chi se non Carmelo Chiaramonte poteva trovare le parole migliori per anticipare quello che accadrà sul Palcoscenico salato?
Ogni giorno, a partire da stamane, si svolgeranno 4 atti e chef prestigiosi si alterneranno nell'interpretazione dell'ingrediente protagonista.
Per oggi sono previsti gli interventi di Gennaro Esposito alle 10.30 e di Alfonso Caputo alle 16.30, entrambi rappresentanti del territorio partenopeo che ospita Salt expò. Alle 12.00 sarà il turno di Tomaz Kavcic, chef sloveno di fama internazionale. Tra gli chef si distingue la presenza di un artigiano del dolce, ma non di uno qualunque, si tratta di Corrado Assenza, celeberrimo pasticciere del Caffè Sicilia a Noto.
Partendo dalla considerazione che le preparazioni di base come ad esempio il pan di spagna e la pasta choux tradizionalmente richiedono un pizzico di sale, Assenza libra la sua creatività per proporre dolci in cui la nota salata è perfettamente in armonia con gli altri ingredienti come la granita di mandorle accostata a un'ostrica e al peperoncino candito presentata all'edizione 2006 di Identità golose. Solo si raccomanda di impiegare sali in cui la purezza del cloruro di sodio non sia turbata da altri sali generalmente presenti nell'acqua di mare, e quindi accanto al Sale di Cervia la scelta può cadere sui Soffi di Trapani, e il Fior di sale di Guérande.

giovedì 3 maggio 2007

Salt expó: si comincia!








Dopo averne parlato per mesi ecco che oggi inizia Salt expó, la I Fiera Evento Internazionale dedicata al sale protagonista in gastronomia, storia, letteratura, arte, salute, ambiente, turismo e cultura.


Sale e scienza




La Fiera viene inaugurata alle 10.00 e poi si parte subito con la prima sessione di Laboratori di città della scienza, che si susseguiranno in questi tre giorni all'interno del Padiglione 9, Sala B, per dare la possibilità anche ai più piccoli, divisi in fasce di età (5-8 e 9-13 anni ) di scoprire il sale da un punto di vista chimico- fisico. Questi i temi che saranno sviluppati:
- si scioglie... Non si scioglie
- l'elettricista salato
- il sale della vita
- Sapore di sale...Sapore di pane
- Colori di sale



Sale e gastronomia



I Salty Labs del Gambero Rosso si terranno al Secondo Piano del Teatro Mediterraneo, sala Algeria e sala Egitto. Questi gli ingredienti che si potranno degustare e conoscere oggi:
- La mozzarella non è dolce; è salata alle 15.00
- Pane , burro e alici alle 17.00


Sale e Salute





Un confronto sul sale declinato nei suoi aspetti che riguardano l'alimentazione e gli usi che se ne fanno prenderà corpo alla Sala Italia, al Primo piano del Teatro Mediterraneo. Moderati da Carla Massi de "Il Messaggero" alla conferenza saranno presenti:
- Morton Satin (Salt Institute),
- David Haxton (ICCIDD), Dini
- Ciacci (Unicef), Juliawati
- Untoro e Antonio D’Alì, Maria
- Carolina Salerno, Unicef New York,
- Nicolas Ameri (Direttore commerciale CIS)


Sale e intrattenimento




Salt expó stasera alle 21.00 va in scena nell'auditorium del Teatro Mediterraneo con i membri del Gruppo elettrogeno che eseguiranno musica dal vivo e un intero menù come vuole il loro stile di Show cooking.
Alle 22.00 nella zona antistante il Teatro Mediterraneo,con solo il cielo come tetto, i teatranti, saltimbanchi e musici della Baracca dei Buffoni presenteranno "La Repubblica di Scartù", un momento di Teatro di strada.

martedì 1 maggio 2007

Sale colorato



www.francescav.com



Oggi sono molto lieta di ospitare qui Francescav, amica foodblogger, che ci propone l'esperimento riuscito di una ricetta che permette di mutare l'usuale biancore del sale in un qualsiasi colore dell'arcobaleno!


Ho trovato tempo fa in rete le indicazioni di Roberta Razzano per preparare il sale colorato. Subito mi è balenato in mente di provare a farlo, e subito ho pensato che vederne il risultato su Soffi di sale, il bel blog salato di Kja, sarebbe stato l'ideale. Kja ha accettato con entusiasmo ed eccomi qui :-). Colorare il sale è molto semplice, per il risultato originale e versatile che dà. Si può pensare di usarlo per creare pinzimoni artistici, per decorare in modo giocoso la tavola con le saliere a uno o più colori, oppure ancora si può mettere in contenitori ermetici che possono rappresentare un pensiero originale da dare ad un amico. E comunque alla fine non scordiamoci che è sempre sale, quindi utilizzabile in cucina tutti i giorni.
In questo caso ho usato 3 colori per alimenti: il rosso, il giallo e il verde.



www.francescav.com


Preparazione: in ogni kg. di sale fino messo in una teglia da forno versare 2 cucchiai di succo di limone. Girare con un cucchiaio di legno per far ben assorbire il succo. Aggiungere il colorante seguendo le indicazioni che porta sulla confezione. Io ho diluito un cucchiaino scarso di colorante in 2 dita d'acqua, ho versato sul sale ed ho girato.
Infornare a 60/70° per circa 4 ore, fino a quando l'umidità del sale si sarà tutta asciugata. Tolto dal forno, il sale sarà sotto forma solida. Sbriciolarlo di nuovo aiutandosi con un mattarello o in un mortaio.
Buoni esperimenti a tutti!