Soffi di sale

lunedì 22 ottobre 2007

Finger food al foie gras







Questa ricetta è adattata dal libricino di Julie Andreau Andrieu interamente dedicato al foie gras. Non che ne sia particolarmente ghiotta, trovo infatti il suo sapore molto forte, ma ritengo che sia possibile valorizzarlo abbinandolo ad altri ingredienti. In questo caso il foie gras diventa il protagonista perfetto per dei finger food. Sostituisce infatti il burro in questi salatini che ho scelto di rendere speziati per sfumarne il sapore intensamente grasso e di condire con lo scenografico sale nero delle Hawaii. I suoi grani sono fortemente salati e creano un contrasto stimolante per le papille, che schioccheranno di piacere dopo un sorso di bianco freddo.
Io ho scelto di fare i biscotti di taglio molto piccolo, giusto un boccone, ideale per essere degustato senza stancare. Se non avete a disposizione degli stampini così piccoli potete tagliare semplicemente i salatini in piccoli quadrati e distanziarli molto bene in fase di cottura.

Salatini al foie gras e sale nero

foie gras 120 g
zucchero 1/2 cucchiaino
cannella un pizzico
pepe di Sichuan un pizzico
aceto balsamico un cucchiaino
farina 110 g
tuorlo 1
sale nero delle Hawaii un cucchiaio

Tagliate a pezzetti il foie gras e conditelo con il balsamico. Setacciate la farina con le spezie e unitela al foie gras. Mescolate leggermente e unite il tuorlo e lo zucchero. Lavorate brevemente il composto per ottenere una pasta che riporrete in frigorifero avvolta in un pezzo di pellicola per alimenti per circa 2 ore. Preriscaldate il forno a 160 gradi. Stendete la pasta allo spessore di un cm e tagliate dei biscottini. Poneteli sulla teglia da forno foderata di carta oleata e spolverate con il sale nero delle Hawaii. Infornate per 12-15 minuti circa.
Fate raffreddare su una gratella da pasticcere.






10 commenti:

Sigrid ha detto...

Ehm, kja, scusa ma... si chiama Julie Andrieu :-)

Francesca ha detto...

molto intrigante l'idea di usare il foie gras al posto del burro! Chissà che sapore hanno questi bocconcini, mi hai incuriosita.
Per Sigrid: ma non eri tu che tante volte hai parlato di velocità di scrittura, refusi etc etc? Un exploit di puntigliosità? :-)

Francesca ha detto...

dimenticavo! La foto con il bicchiere è bellissima.

apprendistacuoca ha detto...

mooooolto interessante questa ricetta!

anch'io ho apprezzato moltissimo la foto con il bicchiere!
baci, apprendista

apprendistacuoca ha detto...

mooooolto interessante questa ricetta!

anch'io ho apprezzato moltissimo la foto con il bicchiere!
baci, apprendista

Acilia ha detto...

Francesca: io direi che si tratta piuttosto di un exploit (l'avrò scritto correttamente?) di egocentrismo :-)
Provo un sottile piacere nell'accorgermi che Sigrid rimane sempre uguale a se stessa, sempre inopportuna. Saccente fino a sfiorare il fastidio.
Non è obbligatorio lasciare commenti, non serve scrivere cose inutili :-)

Kja ha detto...

Grazie a tutte per gli apprezzamenti, le correzioni e le preziose considerazioni.

Fabio ha detto...

il sale è simbolo di pace...non bisticciate... ;-)

Anonimo ha detto...

acilia ammazza quanto sei acida!

Valerio

Anti ha detto...

wow, sembra un grande abbinamento!