Soffi di sale

domenica 3 giugno 2007

Gazpacho di fragole e pomodori





Il Gazpacho è un piatto originario della Spagna e del Portogallo. Questa zuppa fredda a base di verdure esiste in numerose versioni ed è stata ampiamente sdoganata dalla Penisola Iberica. L'aggiunta delle fragole, idea tratta dal volume "Crudo" di Lyndsay Mikanowski e Patrick Mikanowski, conferisce al gazpacho una tinta che dal rosso vira al rosa carico; il sapore invece è una vera scoperta. Le fragole dominano solo inizialmente, poi tutti i sapori emergono sul palato in modo distinto. Il risultato è rinfrescante e il Sale rosa dell'Himalaya che impreziosisce il bicchiere contrasta piacevolmente il sapore lievemente acido della preparazione.



Fragole 300 g
pomodorini ciliegia 300 g
aceto balsamico 2 cucchiai
olio extra vergine di oliva 3 cucchiai
cetriolo piccolo 1
scalogno mezzo
una fetta di pane
Sale rosa dell'Himalaya

Lavate e asciugate le fragole, i pomodori e il cetriolo. Sbucciate il cetriolo, eliminate i piccioli delle fragole e dei pomodorini e tagliate il tutto a pezzi. Ammollate il pane nell'acqua fino a quando si inzuppa completamente quindi strizzatelo. Riunite tutti gli ingredienti, eccetto il sale, nel frullatore e frullate per 30 secondi. Se fosse troppo denso unite dell'acqua. Conservate in frigorifero almeno un paio di ore; meglio tutta la notte. Prima di servire bagnate i bordi dei bicchieri con poco succo di limone; quindi fatevi aderire il sale rosa dell'Himalaya appena grattugiato, riempiteli con un mestolino di gazpacho e servite.

2 commenti:

Francesca ha detto...

che idea questa versione di gazpacho alla fragola, mi piace tanto, soprattutto in foto con questi bei colori.

Kja ha detto...

Grazie Francesca, il colore piace molto anche a me: e` un rosa molto carico; sembra un lucidalabbra :)
E` anche molto buono.