Soffi di sale

martedì 1 maggio 2007

Sale colorato



www.francescav.com



Oggi sono molto lieta di ospitare qui Francescav, amica foodblogger, che ci propone l'esperimento riuscito di una ricetta che permette di mutare l'usuale biancore del sale in un qualsiasi colore dell'arcobaleno!


Ho trovato tempo fa in rete le indicazioni di Roberta Razzano per preparare il sale colorato. Subito mi è balenato in mente di provare a farlo, e subito ho pensato che vederne il risultato su Soffi di sale, il bel blog salato di Kja, sarebbe stato l'ideale. Kja ha accettato con entusiasmo ed eccomi qui :-). Colorare il sale è molto semplice, per il risultato originale e versatile che dà. Si può pensare di usarlo per creare pinzimoni artistici, per decorare in modo giocoso la tavola con le saliere a uno o più colori, oppure ancora si può mettere in contenitori ermetici che possono rappresentare un pensiero originale da dare ad un amico. E comunque alla fine non scordiamoci che è sempre sale, quindi utilizzabile in cucina tutti i giorni.
In questo caso ho usato 3 colori per alimenti: il rosso, il giallo e il verde.



www.francescav.com


Preparazione: in ogni kg. di sale fino messo in una teglia da forno versare 2 cucchiai di succo di limone. Girare con un cucchiaio di legno per far ben assorbire il succo. Aggiungere il colorante seguendo le indicazioni che porta sulla confezione. Io ho diluito un cucchiaino scarso di colorante in 2 dita d'acqua, ho versato sul sale ed ho girato.
Infornare a 60/70° per circa 4 ore, fino a quando l'umidità del sale si sarà tutta asciugata. Tolto dal forno, il sale sarà sotto forma solida. Sbriciolarlo di nuovo aiutandosi con un mattarello o in un mortaio.
Buoni esperimenti a tutti!



10 commenti:

Acilia ha detto...

Però, che lieta scoperta.
Brava Francesca :-)

Una sola domanda, forse sciocca: il colorante dove si trova? Non credo di averlo mai visto, né comprato nei supermercati...

venere ha detto...

Sembra un vasetto di sali da bagno... magariper prepararli si utilizza una tecnica simile...

Francesca ha detto...

Per chi come me abita a Roma la risposta è sempre la stessa:
Castroni :-)
Carina l'idea dei sali da bagno, magari lì con il sale grosso...ma non credo sia lo stesso tipo di sale. Da scoprire ;-)

Ales ha detto...

bello e interessante il tuo blog. Io ho 'scoperto' il sale come ingrediente protagonista da poco, dopo che mi hanno regalato il libro della Tommasi Sale & Pepe. Per adesso sono riuscita a mettere le mani solo sul Fleur de Sel e il sale rosa ma spero di allargare la mia collezione : )

Chiara ha detto...

Acilia
io in effetti l'ho visto come Francesca da Castroni ma a Roma e in qualche epicerie e Parigi, ma qui non saprei :(

Venere
Francesca ha fatto una bellissisma composizione, concordo.
In realta` un po` di tempo fa ho letto una ricetta per fare i sali da bagno e conteneva sel de Guerande, sali del mar morto e alghe. Se la ritrovo la pubblico.

Ales
grazie, benvenuta.
Anche per me quel libro e` stato molto utile, ha delle ricettine bellissime, soprattutto quelle del pepe sono molto originali.

Tulip ha detto...

ah...ma allora è facile!!
Mi sembra proprio un'idea carina per qualche cena, per un tocco in più!
Grazie a Francesca e pure a Kja!
:)

nini ha detto...

che bei colori!

Spilucchina ha detto...

Davvero un'idea geniale!!!
Ma credi che i coloranti alimentari (che io detesto con tutta me stessa) si possano sostituire con qualcosa di più naturale? Ad esempio usando il tè matcha o lo zafferano o il succo delle rape rosse??

Laura ha detto...

Grazie, cercavo proprio questa ricetta!

Maryclo ha detto...

io ho 12 annni e il sale colorato lo faccio con l inchiostro dei colori a spirito.
praticamente levo quel inchiostro che c e liddentro mettendo dendro dell acqua con una siringa quell inchiostro lo metto nel sale e lo faccio asciugare nei piattini di plastica levando con un fazzoletto dopo 1 giorno circa l inchiostro in eccesso ciao :) :P