Soffi di sale

mercoledì 9 maggio 2007

Limoni sotto sale






I limoni sotto sale sono un ingrediente tipico della cucina marocchina e vengono usati per insaporire tajine e zuppe. Al di la`di questo particolare tipo di cucina etnica i limoni cosi` trattati si possono usare in ogni ricetta salata che preveda l’uso della scorza, il sale ne conserva infatti intatto l’aroma. Esistono varie ricette per eseguirli, questa versione e` piuttosto veloce e consente di avere delle fette di limone pronte all’uso. Unica raccomandazione: i limoni devono essere di origine biologica.
Invece per impressioni live su Saltexpò sbirciate il racconto di Michela streghina.

limoni biologici 3
sale fino 400 g

Lavate e asciugate accuratamente i limoni. Con l’aiuto di un coltello affilato tagliateli a fettine molto sottili. Poneteli quindi in un vaso alternadoli a strati di sale e premendo bene con un un cucchiaio. Conservateli in un luogo fresco.






22 commenti:

Francesca ha detto...

l'avevo vista questa ricetta sul libretto ed ho pensato che non fosse tua visto che sul blog non c'era, invece eccola :-)
Che belle queste fotografia Kja, mi piacciono tanto. Poi i limoni a me mettono allegria. Entro la settimana ti manderò il resoconto della fiera, non riesco prima perchè sono molto impegnata. Ciao!

Kja ha detto...

Sul libretto c'era anche materiale inedito, ma mi sono affrettata a pubblicarlo, proprio per evitare malintesi :)
Cara fai con calma, dvee essere un divertimento, mica uno stress :)

Francesca ha detto...

vero, grazie :-)

Orchidea ha detto...

Che bella questa idea...
Grazie.
Ciao.

Il tortellino ha detto...

Bellissimi questi limoni, originale la ricetta....penso già di metterli nel cesto delle "delizie di Natale....". Dimenticavo, complimenti per le stupende foto. Ho già messo un link sul mio blog a "Soffi di sale" per non perdermi neanche uno dei tuoi post!

k ha detto...

ciao Kja, volevo complimentarmi con te per questo blog davvero ben fatto e interessante :))
Grazie anche a te, mi sto (e, se ti guardi in giro non solo io!) appassionando un po' all'argomento "sale": ho fatto qualche acquisto e un primo esperimento per colorarlo al naturale. Vorrei da te un consiglio: quale libro per saperne di più dei diversi tipi di sale: come nasce, le tecniche di raccolta, le proprietà nutritive e gli usi in cucina. Esiste un libro del genere?
Ieri sono andata a vedere il libro di J. Vassallo, che ha sì molte belle ricette (e foto), ma quanto a info l'ho trovato un po' povero e non l'ho preso... Hai qualche libro da consigliarmi?
Grazie e, a presto
k

Acilia ha detto...

Adoro il tajine.
Non avevo idea che i limoni potessero essere così trattati: sei sempre una nuova e piacevolissima scoperta :-)

Le foto sono molto belle, delicate e raffinate.
Il racconto su Saltexpò si è rivelato avvincente :-)

Michela ha detto...

Eh si, avevamo infatti visto le foto sul librino.... però però!! Potevano almeno citarti, no??
Uhmpf!

Intanto te lo diciamo noi: Brava!

Much The Cow ha detto...

ieri sera mi sono bevuto acqua e limone per finire i limonazzi in casa ed evitare altre "crisi del marcio"...ah avessi visto prima sto post ]:D

Pip ha detto...

Non avrei mai pensato si potessero conservare dei limoni sotto sale! Sei geniale Kja! :))

flora ha detto...

a me ispirano di più i citron confit della grandissima cavoletto, scusami ma l'adoro

http://www.cavolettodibruxelles.it/2005/10/citrons-confits.html

Kja ha detto...

Orchidea
grazie :)

Il tortellino
grazie, ricambio di sicuro la visita

K
Sto scoprendo anche io l'argomento da
pochi mesi a questa parte, e cerco di condividere quello che imparo :)
Purtroppo il libro che descrivi tu io non l'ho trovato poer il momento. I due testi sul sale sono quelli di Laszlo ( c'è un post su di lui su soffi di sale) e quello di kurlansky ma parlano molto degli aspetti storico-sociali; in realtà quello di Laszo ha anche una parte sulle saline ma se penso di aver capito quello che hai in mente tu è un po' pochino. Copmunque ora ne esce uno degli organizzatori di saltexpo che io non ho ancora sfogliato, se lo visiono ti faccio sapere

Acilia
Spero allora di mangiare un tajine insieme a te , magari nel mio marocchino preferito di Parigi che ha anche una splendida sala per fumare la chicha

k ha detto...

Bene bene, grazie Kja! Cercherò di aver pazienza e di aspettare il libro nuovo. ciao!

Kja ha detto...

Michela
grazie, i complimenti sinceri come questo sono quelli graditi :)

Much
No comment, non ho voglia di fare polemiche su cose che la comunità mucchese conosce già

Pip
grazie ma si tratta appunto di una ricetta marocchina di cui ciascuno ha la sua versione ;)

Flora
Allora fai i suoi :)

K
figurati :)

Much The Cow ha detto...

non era una polemica...ho veramente fatto ciò ]:|

Acilia ha detto...

Flora
Le ricette mi sembrano molto diverse, non credo siano paragonabili.

Dovresti dirlo alla grandissima cavoletto che l'adori, sono sicura le farebbe assai piacere.

ape ha detto...

idea splendida!

max - la piccola casa ha detto...

interessante veramente questa ricetta! come sale fino quale tipo consigli?

franci ha detto...

Non avevo ancora visto quest esplendide foto!! complimenti... :)
ciao ciao

ape ha detto...

ho seminato un limone proprio con l'obiettivo di fare poi questa conserva!

buongiorno cara

marcella candido cianchetti ha detto...

grazie grazissime sicuramente li farò x come visto altro tuo post sono una buona scorta buon capodanno cinese

Anonimo ha detto...

Bleah!!!! che schifo!!! come si fa a mangiare il limone sotto sale??? a me il limone piace sul pesce e Basta... :-)