Soffi di sale

giovedì 22 febbraio 2007

Sale e vaniglia









Il sapore dolce e quello salato coniugati insieme solleticano piacevolmente le nostre papille, e spesso rendono indimenticabile la pietanza che stiamo gustando. I grani di fior di sale abbracciano i semini odorosi della vaniglia, dando vita ad un connubio unico. Averne un vasetto nell'armadietto delle spezie vi permetterà di giocare con i vostri piatti: un pizzico per rinnovare la vellutata del cuore, o per dar vita ad un insolito cheviche, e poi ovviamente nella pasta frolla, per conferirle un gusto speciale.
La vaniglia è una pianta rampicante, esponente della seducente famiglia delle orchidee. Originaria del Messico è stata poi coltivata con successo anche in Africa e in Asia. E` dotata di fiori particolarmente effimeri che possono vivere anche solo poche ore del mattino; è quindi necessario effettuare l'impollinazione artificialmente, per garantire la produzione di baccelli. Giungono al loro sviluppo dopo 6-7 mesi. Poco prima di essere raccolti si presentano come i baccelli dei piselli, di un bel colore verde brillante. Li aspetta una fase di disidratazione e fermentazione che li rende neri, elastici e incredibilmente profumati.

fior di sale 70 g
stecca di vaniglia 2

Incidete una stecca di vaniglia a metà con un coltellino affilato e appuntito. Prelevate i semi e poneteli nella ciotola in cui si trova il fior di sale. Mescolate delicatamente. Ripetete l'operazione con l'altra stecca di vaniglia, amalgamando bene i 2 ingredienti. Mettete le stecche di vaniglia nel vasetto prescelto e accomodatevi il sale. Dopo una settimana potete iniziare a consumarlo.






14 commenti:

princiorchideo ha detto...

Nota sull'autrice (da una fonte ben informata): le orchidee sono diventate seducenti soltanto dopo una visita all'orchidario del Jardim Botanico di Rio de Janeiro.

cat ha detto...

questo angolino del sale sta diventando sempre più prezioso, queste foto in bianco-rosso sono super! saluti salati cat

franci ha detto...

che strano connubio... sfizioso però!
mi intriga l'idea di usare questo sale per la pasta frolla, sicuramente darà un tocco speciale.
ciao
franci

Francesca ha detto...

molto interessante questo modo di preparare il sale profumato alla vaniglia in casa, lo proverò. Questo rosso dono al tutto un senso di magia e di preziosità.

Vaniglia ha detto...

Evabbbbbè, se la dobbiamo mettere a questi livelli!! Mi intriga moltissimo quest'accostamento particolare... La vaniglia, si sa, la metterei ovunque! Bellissima idea!
Un bacio,
Ali

Kja ha detto...

Princiorchideo
La tua fonte in effetti e` davvero informata. Vedere tutte insieme quelle piante fiorite ed essere sopraffatta dal loro profumo in quella serra umida e calda mi ha fatto innamorare di loro :)

Cat
grazie Cat. Anche io per curare il blog leggo molto sul sale e devo dire che e` un mondo affascinante :)

Franci
Strano ma molto piacevole, te lo assicuro :)

Francesca
diro` alla mia mamma che la sua tovaglia rossa e` stata estimata da piu` di una persona, allora. Se provi fammi sapere :)

Vaniglia
beh direi che il post e` dedicato a te, visto il tuo nick assolutamente
in tono :)

Vaniglia ha detto...

Cara lei!!! Accetto volentierissimo la dedicozza...
Bsìn,
Ali

Acilia ha detto...

Il tuo modo di sentire è così affine al mio: spesso ho la sensazione di scivolare sulle tue parole, per quanto sono morbide.

Ti leggo mentre alla radio danno "Il sorriso di atlantide" di Carmen Consoli e sento che graffia, come il tuo sale.

Straordinario connubio quello di questo post. E mi piacciono molto anche i nastrini che spesso impreziosiscono le tue foto.

Kja ha detto...

Vaniglia
:*

Acilia
"Parole morbide" e` una bellissima espressione. Mi piace molto Carmen Consoli, adoro la sua voce. I nastri sono una vera passione, li raccolgo sin da quando sono bambina: non vedevo l'ora dell'arrivo di una bomboniera per delapidarla di tulle e raso. Le mercerie sono luoghi di culto per me.

nini ha detto...

Una buona idea, la foto è bellissima!

Adrenalina ha detto...

Fantastico! Adoro il sale e adoro la vaniglia! Provo di sicuro. Per adesso mi sto cimentando in uno zucchero alla lavanda. Poi ho notato che la pianta di rosmarino è fiorita e mi sa che ci tento il sale al rosmarino, ma secondo te i fiori posso metterli nel sale o prima dovrei farli essicare?

Kja ha detto...

Nini
grazie :)

Adrenalina
Secondo me non devi seccarli, li lavi molto delicatamente, li lasci asciugare all'aria e poi li metti in un vasetto con il sale, ci pensa lui a conservarli :)
Io ho provato lo zucchero al rosmarino invece ed era piacevole, ma non ne ho fatto uan malattia ocme i dice

Silvia ha detto...

perchè nei supermercati non riesco a trovare i numerosi tipi di sale di cui parlate?

Kja ha detto...

Silvia
nei super al momento la vedo dura, temo che nemmeno il fleur de sel si trovi :(
Puoi provare in qualche drogheria o su internet. Io conosco
http://terreexotique.fr/
Hanno dei buoni prodotti.